A rischio chiusura la libreria Il Cammello di Nichelino: diamo il nostro sostegno

Pubblicato da: | Pubblicato il: maggio 21, 2017

CammelloLa libreria Il Cammello di Nichelino è nata nel 2011 su intuizione di un ex sindaco autore di testi storici di rilievo, Angelino Riggio, e rappresenta un caso unico in Italia. E’ sostenuta esclusivamente da volontari che ci lavorano senza alcun compenso, la tengono aperta, la portano avanti investendo nella cultura il loro tempo libero, persone che hanno creduto nell’esigenza di dotare una città come Nichelino di una sua libreria come punto di riferimento culturale ed associativo. Il recente calo del numero di lettori, più di tre milioni negli ultimi quattro anni, legato in gran parte alla crisi, ha colpito anche la libreria Il Cammello che rischia la chiusura. Ma ciascuno di noi può fare qualcosa per impedire che ciò accada. Scoprite come…

Per superare la crisi devono essere affrontate tre criticità:

  • La sproporzione tra libri nuovi (3.500) e libri usati (12.000)
  • La sproporzione tra libri per adulti (3.200) e libri per bambini (300)
  • La sproporzione tra libri prenotati e quelli venduti perché immediatamente disponibili.

Queste tre criticità si risolvono in un solo modo: portando il numero dei libri nuovi a superare la soglia minima ottimale che, secondo gli esperti, una libreria di queste dimensioni deve possedere: 5.500. In particolare occorre triplicare il numero di libri per bambini, i nuovi potenziali lettori.

Per realizzare questo progetto occorrono almeno 20.000 euro.

Finora il sostegno dei cittadini di Nichelino ha permesso di superare ogni difficoltà. Oggi l’obiettivo è molto alto e per questo è nato il crowdfunding, ossia un finanziamento pubblico via internet, nella convinzione che chiunque in Italia ama il libro e la lettura voglia dare il suo contributo a questo progetto. La sopravvivenza della libreria Il Cammello è importante perché dimostra che è possibile costruire librerie gestite da volontari anche in molti altri Comuni.

CLICCA QUI per partecipare alla raccolta fondi su BuonaCausa.org…

Noi di AllegraMente conosciamo personalmente la libreria, il lavoro che c’è dietro ma sopratutto i nobili propositi che alimentano il progetto. Quindi cosa aspettate a dare il vostro contributo?

Lo staff di AllegraMente.

 





Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *