Collo da sms, effetti negativi degli smartphone sulla postura

Pubblicato da: | Pubblicato il: ottobre 28, 2015

collosmsIn questi giorni fanno discutere alcune radiografie di ragazzi diffuse dal chiropratico australiano James Carter che evidenziano una modifica della postura chiamata text neck, ossia collo da sms. Ingobbiti in modo anomalo e con la schiena curva, così sono molti ragazzi e adolescenti. La causa? La dipendenza da smartphone e la mania per gli sms. Così dopo la tendinite da joytick e il pollice da smartophone, adesso i medici portano l’attenzione sul collo da sms.

A richiamare l’attenzione su questo problema è James Carter, un chiropratico australiano che sottolinea come ore e ore, giorni e settimane con la testa china sul telefono a scrivere messaggi portino a una curvatura della colonna che fa assomigliare la schiena a uno “zainetto” spesso dolente e che è causa anche di dolore alla testa al collo e alle spalle.

Carter ha diffuso alcune radiografie con le quali mostra un mutamento nella postura e nella colonna vertebrale dei cosiddetti “nativi digitali”, ovvero i giovani sempre più impegnati davanti al pc e con lo smartphone in mano. Il fatto è che chi usa lo smartphone non lo tiene con le braccia alzate ad altezza occhi, anche se sarebbe una postura più corretta. Questi ragazzi infatti passano ore con schiena e collo incurvato, un atteggiamento ormai sempre più diffuso, certo non solo tra bambini e ragazzi.

collo_da_sms

Negli ultimi due anni, soprattutto nei giovani, ho visto centinaia di colli così”, ha dichiarato Carter al Daily Mail Australia, specificando che ormai questa condizione di curva all’indietro è stata ribattezzata “text neck”, ovvero “collo da sms” proprio perché è una conseguenza di un piegamento innaturale della testa in avanti per leggere e rispondere agli sms (anche se in realtà i giovani con uno smartphone in mano fanno molte più cose che mandare solo sms…).

Secondo alcuni esperti, che rispondono al chiropratico, bisognerebbe fare sempre un distinguo importante tra malattia, postura e atteggiamento posturale, il quale grazie all’elasticità del sistema muscolo scheletrico dei bambini potrebbe essere facilmente risolvibile e non creare successi danni.

Ma sembra essere sempre più evidente che le nuove tecnologie abbiano influenzato anche la nostra postura: artrosi, tendiniti, sindromi del tunnel carpale, epicondiliti sono le patologie più diffuse. E non solo tra i ragazzini, anche tra chi per lavoro è costretto a usare per esempio il mouse del computer per molte ore al giorno.

CLICCA QUI per le foto complete del dott. Carter…

Ma tablet, computer e smartphone sono parte della vita di ognuno e di tutti i giorni. Cosa fare per evitare i loro effetti su collo e spalle? Ecco alcuni consigli dell’esperto, il dott. De Biase, ortopedico dell’Ospedale San Carlo di Roma:

  • Non mettere lo smartphone o il tablet sul tavolo quando si scrive un messaggio, si naviga in rete o si guarda un video ma abituarsi ad alzare lo schermo all’altezza degli occhi per evitare di piegare il collo.
  • Quando si guarda la TV o si lavora al computer è bene mantenere la testa il più dritta possibile ed evitare di tenerla piegata in basso o di lato.
  • Evitare di tenere il telefonino tra orecchio e spalla alzando l’omero, si creano delle fastidiose contratture. E’ opportuno usare l’auricolare o reggere il telefono con la mano.
  • Fare attenzione a usare tablet o telefono a letto per chattare o leggere le mail o altro perché mantenere una corretta posizione è più difficile. Inoltre, è bene ricordare che i dispositivi elettronici con schermo luminoso rappresentano un ostacolo al sonno.

Lo staff di AllegraMente

 





Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *