Dal 2016 è possibile detrarre le spese per mensa scolastica nella dichiarazione dei redditi

Pubblicato da: | Pubblicato il: aprile 7, 2016

A partire dal 2016 è possibile, con la dichiarazione dei redditi, chiedere la detrazione per le spese relative alla mensa scolastica. Si tratta, indubbiamente, di una buona notizia per le famiglie con figli che vanno a scuola, poiché i costi per garantire ai propri ragazzi il pasto all’interno degli istituti per l’infanzia, primari e secondari, gravano eccome sul bilancio annuale familiare. Le modalità e i tempi per usufruire di tale beneficio sono stati chiariti dall’Agenzia dell’Entrate con la diffusione della circolare 3/E del 2 marzo 2016. Stando a quanto previsto dal documento, nella dichiarazione dei redditi è possibile inserire, tra le spese detraibili legate all’istruzione, anche quelle della mensa scolastica. Scoprite tutti i dettagli…

La detrazione spesa mensa 2016, è la novità introdotta dal decreto La Buona Scuola e dalla Legge di Stabilità 2016, che consente ai contribuenti di poter scaricare dalle tasse, anche le spese mensa scolastica in quanto detraibili dalla dichiarazione dei redditi 2016 tramite modello 730 e modello Unico.

In particolare, i costi detraibili per l’istruzione dei figli, sono stati chiariti dall’Agenzia delle Entrate con la circolare n. 3/E del 2 marzo 2016, con la quale ha confermato che le spese d’istruzione detraibili 2016 sono:

  • frequenza corsi di istruzione universitaria, in misura uguale alle tasse e ai contributi delle università statali;
  • contributi volontari: cioè le erogazioni liberali, donazioni, finalizzati all’innovazione tecnologica, all’edilizia scolastica o all’ampliamento dell’offerta formativa, in questo caso la detrazione massima è del 19%;
  • spese per la frequenza delle scuole dell’infanzia del primo ciclo di istruzione e della scuola secondaria di secondo grado: nelle quali rientrano appunto le spese mensa scolastica, le tasse d’iscrizione ecc per le quali spetta la detrazione del 19% per un massimo di spesa pari a 400 euro a studente/figlio (quindi 76 Euro per studente/figlio).

Al fine di documentare le spese mensa, oltre che con le ricevute di bonifici o bollettini postali, è possibile farsi rilasciare dalla scuola una certificazione spese mensa scolastica.

Per il comune di Beinasco tale certificazione viene rilasciata dall’ufficio mensa previa richiesta telefonica o scritta con le seguenti modalità:

  1. Telefonica: chiamare l’ufficio mensa al numero 011 3989742 interno 3 e comunicare Nome e Cognome del bambino, nome della scuola frequentata nell’anno 2015 e numero di telefono del genitore richiedente.
  2. Via E-mail: scrivere a ufficio.mensa@beinascoservizi.it, indicando sempre Nome e Cognome del bambino, nome della scuola frequentata nell’anno 2015 e nome e cognome e numero di telefono del genitore richiedente.

Fate circolare questa informazione tra vostri conoscenti e amici.

Lo staff di AllegraMente.

 

 





Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *