Pensa alla tua privacy quando usi PC, smartphone e tablet

Pubblicato da: | Pubblicato il: novembre 7, 2014

privacy-vs-googleOggi vorremmo invitarvi ad una riflessione sulla nostra privacy connessa all’uso delle nuove tecnologie quali PC, smartphone e tablet. Di conseguenza vorremmo darvi qualche suggerimento per migliorare la situazione, soprattutto riguardo alle nostre informazioni più riservate. Spesso ci lamentiamo di violazioni alla nostra privacy, ma siamo proprio sicuri di averne ancora una?

Proviamo a fare insieme un test rispondendo a queste domande:

  1. Hai un account Google?
  2. Usi Chrome per navigare in internet?
  3. Sai a quanti e quali servizi, oltre al classico Gmail, sei iscritto grazie al tuo account Google?
  4. Hai uno smartphone android che praticamente impone di avere un account Google per funzionare?
  5. Sai cos’è la geolocalizzazione?
  6. Sai quante e quali informazioni Google salva in relazione alle tue attività online?

Bene, se avete risposto nell’ordine: SI, SI, NO, SI, NO e NO iniziate a preoccuparvi. Inoltre se avete risposto NO alla prima domanda, vi invitiamo a riflettere attentamente e rispondere a questa: “Sei proprio sicuro di non avere, in una qualche occasione, registrato un account Google?”.

Sia chiaro, non vogliamo demonizzare Google ed i servizi da esso offerti che, se utilizzati in maniera corretta e consapevole possono essere molto utili e semplificare molte delle nostre attività quotidiane. Però vorremmo rendervi consapevoli del fatto che Google sa tutto di voi: chi siete, cosa vi piace, i vostri hobby, cosa cercate su internet, quali posti vi interessano, dove abitate e dove lavorate, a seconda di quanti e quali dati avete salvato e condiviso nel vostro account. Inoltre se avete anche uno smartphone e/o tablet con sistema operativo android e funzione di geolocalizzazione attiva, allora Google sa anche dove andate e registra tutti i vostri spostamenti, giorno per giorno!

Non ci credete???

Allora provate a digitare:

https://www.google.com/settings/personalinfo

inserite le vostre credenziali di accesso all’account Google ed accederete alla pagina in cui Google vi mostra cosa sa di voi! La prima pagina mostra le “Info personali” che avete fornito e condiviso con Google. Ma se vi spostate sulla pagina “Cronologia account” potete vedere esattamente le cose che avete cercato, i luoghi in cui siete stati, le vostre ricerche su Youtube ed i video che avete visto. Provate a cliccare su “gestisci cronologia” nel riquadro dei luoghi in cui sei stato: incredibile vero? E’ proprio la mappa dei vostri spostamenti, giorno per giorno.

Ossia, grazie al sistema di geolocalizzazione di smartphone e tablet (che per default è attivo su questi dispositivi) Google è in grado di dire in ogni momento dove vi trovate e quali spostamenti avete fatto. Attenzione perchè anche molti social network hanno il sistema di geolocalizzazione attivo e sanno esattamente la vostra posizione, spesso condividendola con gli utenti. Appare chiaro che in questo modo qualche malintenzionato potrebbe sfruttare questa informazione, magari per sapere quando siete fuori di casa.

Ripetiamo, il nostro intento non è quello di demonizzare questi servizi e dispositivi, che apprezziamo, con cui conviviamo e che ci semplificano numerose operazioni quotidiane. Ma vorremmo invitarvi a questa riflessione affinchè possiamo farne un uso consapevole, essendo padroni della nostra privacy e delle nostre informazioni riservate e decidendo in prima persona cosa condividere e con chi. Per fortuna, con un pizzico di applicazione, non tutto è perduto: navigando sul link di Google che vi abbiamo segnalato sopra, potrete gestire queste informazioni, disattivare i servizi di geolocalizzazione, tracking e conservazione delle informazioni che ritenete piu’ riservate. Ma potete anche vedere se c’e’ qualcuno che vi spia o accede al vostro account a vostra insaputa, andando nella sezione “Sicurezza“.

Allora prendete nota del link che vi abbiamo segnalato e familiarizzate con gli strumenti che Google vi mette a disposizione per difendere la vostra privacy. Provare per credere!

In ultimo vi consigliamo la visione di questo breve video realizzato dal Garante per la protezione dei dati personali. Contiene alcuni piccoli suggerimenti utili:

Riflettete e diffondete!!!

Lo staff di AllegraMente.

 





Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *