“999 Motivi per cui non trovo un nuovo lavoro”: come è andata?

Pubblicato da: | Pubblicato il: novembre 2, 2015

IMG_2350Una buona partecipazione di persone all’incontro “999 Motivi per cui non trovo un nuovo lavoro” organizzato dall’Associazione Genitori Borgaretto AllegraMente nella serata di giovedì 22 ottobre 2015. Venti persone hanno presenziato all’evento ma soprattutto hanno avuto la possibilità di partecipare attivamente all’interessante esposizione degli argomenti da parte del dott. Alessandro Alfieri, rendendo così la serata un successo non solo per la buona partecipazione ma per l’interesse suscitato e per l’utilità attestata dai commenti finali. Scoprite un riepilogo degli argomenti trattati e scaricate le slides proiettate durante la serata…

Avevamo chiesto all’esperto di illustrare il mercato del lavoro di oggi, le caratteristiche che lo rendono difficile da affrontare, ma soprattutto di offrire la possibilità di confrontarsi sulle difficoltà che esso comporta sia in relazione all’individuazione di opportunità, sia in relazione alle difficoltà personali e famigliari che la mancanza di lavoro può produrre. Ovviamente il tutto corredato da qualche consiglio per rapportarsi con esso in modo efficace.

Il dott. Alfieri, partendo da un panorama regionale che vede il livello di occupazione in crescita negli ultimi mesi, ci ha posto la seguente domanda: se tutto va così bene, perchè non trovo lavoro? Le motivazioni sono piuttosto complesse e devono essere ricercate nei profondi cambiamenti che hanno attraversato e stanno attraversando il mondo del lavoro. Da una prevalenza dell’industria ci si sta muovendo verso il terziario. Da tecnologie semplici si sta passando a tecnologie sempre più complesse. Da una carriera che poteva essere benissimo predeterminata a tavolino all’inizio del proprio percorso lavorativo si è passati ad una carriera continuamente da ridefinire. La concorrenza che prima era essenzialmente nazionale, è oggi ormai mondiale.

Il dott. Alfieri ha poi analizzato le fasi tipiche di reazione alla perdita del lavoro:

  • fase di shock, traumatica in cui il disoccupato passa attraverso un tentativo di negazione dell’esistenza dell’evento;
  • fase di rabbia, di reazione alla perdita del lavoro come se si trattasse di una liberazione;
  • fase di rassegnazione, quella intermedia, che è assai debilitante dal punto di vista psicologico rispetto a quello iniziale, il disoccupato entra nella prospettiva dove l’accettazione della nuova identità comporta una diminuzione del grado di autostima fino all’esaurimento delle capacità di reazione;
  • fase terminale, contraddistinta dall’adattamento psicologico alla nuova realtà ed evolve verso una sorta di fatalismo e inerzia.

Sono state poi illustrate le principali conseguenze sulla persona, come affrontare lo stress e qualche consiglio per cercare di superarlo: creare relazioni, evitare di immaginare le crisi come problemi insormontabili, accettare che il cambiamento è parte della vita, muoversi verso gli obiettivi, approfondire la scoperta di se stesso, coltivare una visione positiva di se stesso, mantenere le cose nella giusta prospettiva, mantenere una prospettiva ottimistica, prendersi cura di se, quotidianamente dedicare del tempo alla ricerca del lavoro.

Il dott. Alfieri ha poi illustrato il processo di selezione del personale all’interno delle aziende e dove possono esserci maggiori possibilità di successo. Ha sottolineato l’importanza di saper promuovere se stessi ed ha illustrato come pianificare l’attività di ricerca del nuovo lavoro, che non può essere lasciata al caso, ma deve essere accuratamente ed attentamente programmata.

In ultimo sono stati dati alcuni consigli su come compilare il curriculum e la lettera accompagnatoria e come sfruttare anche la rete ed i social network per la ricerca di un nuovo lavoro.

CLICCA QUI per scaricare le slides proiettate durante la serata…

Ringraziamo tutti i presenti, la Società Operaia di Mutuo Soccorso di Borgaretto che ci ha messo a disposizione il locale ed il dott. Alessandro Alfieri per la disponibilità e l’efficacia degli argomenti trattati.

IMG_2350

CLICCA QUI PER LA FOTOGALLERY DELLA SERATA…

Lo staff di AllegraMente.

 





Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *